RAFFREDDAMENTI

 

Nella parte a temperatura controllata, il raffreddamento delle ultime zone è realizzato tramite valvole a comando motorizzato on-off o proporzionale. Queste, aprendosi, permettono l’ingresso di aria esterna aspirata direttamente dalla girante dei ricircolatori.

 

 

La miscelazione con l’aria del tunnel avviene quindi a livello della girante e quindi non influenza direttamente gli oggetti.
Nelle ultime zone del Tunnel appositi “camini” provvedono allo scarico delle sovra-pressioni locali di aria calda. Ogni zona ha quindi il proprio sistema di bilanciamento e di “air-drift control”. Questo sistema ci permette un controllo delle temperature esteso, e indipendente, su tutte le zone del tunnel garantendo in ciascuna il valore impostato.

Nella parte scoperta, il raffreddamento è realizzato tramite opportuni “ponti di raffreddamento” costituiti da righe di ventilatori a flusso orientabile o fisso e velocità variabile. Su richiesta vengono montati speciali sistemi di raffreddamento localizzato e filtrato.
Per rispondere alle sempre maggiori esigenze dei sistemi di “trattamento a freddo”, sono stati introdotti con successo sistemi localizzati di controllo e regolazione della temperatura del carico di vetro.